Test COVID-19

I test di laboratorio hanno un ruolo basilare nella lotta al COVID-19. Non a caso costituiscono il primo step della «strategia delle 3 T» (Test-Tracing-Treat) contro il COVID-19 e cioè la capacità di individuare chi è positivo.

Se allo scoppio della pandemia il primissimo test a disposizione era il tampone molecolare, ad oggi ne sono stati sviluppati e validati diversi più economici e veloci. 

Il punto centrale è la scelta appropriata tra i test disponibili in funzione delle diverse strategie per l’identificazione dei casi, la diagnosi nei sospetti sintomatici o asintomatici e il monitoraggio dei contatti. È opportuno chiedere sempre al proprio medico qual è il test più indicato.

Nel nostro laboratorio si possono effettuare tamponi molecolari, test salivari, tamponi antigenici e test sierologici quantitativi:

TAMPONE MOLECOLARE

Come si effettua?
Il test si effettua mediante tampone oro-rino-faringeo

Come funziona?
Il test ricerca frammenti del genoma virale nei campioni biologici raccolti (secrezioni nasali e/o salivari)

Informazioni:

  • Il test viene effettuato con metodica PCR- Real Time ed ha un’elevata sensibilità (100 copie/ml);
  • Il test è di tipo diretto perché ricerca il virus nel campione analitico;
  • Tempo di refertazione: entro 6 ore dal prelievo.

A cosa serve?
Il Tampone molecolare è ad oggi il Gold Standard per la diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 ed è tra i test riconosciuti per ottenere il green-pass temporaneo (72 ore)

TEST SALIVARE MOLECOLARE

Come si effettua?
Il test si effettua mediante prelievo di un campione salivare

Come funziona?
Il test ricerca frammenti del genoma virale nei campioni biologici raccolti (secrezioni salivari)

Informazioni:

  • Il test viene effettuato con metodica PCR- Real Time ed ha un’elevata sensibilità (100 copie/ml);
  • Il test è di tipo diretto perché ricerca il virus nel campione analitico;
  • Tempo di refertazione: entro 6 ore dal prelievo.

A cose serve?
Il Test Salivare può fornire informazioni utili per lo screening di soggetti a rischio ed è tra i test riconosciuti per ottenere il green-pass temporaneo (72 ore). 

TAMPONE ANTIGENICO 

Come si effettua?
Il test si effettua mediante tampone rino-faringeo e/o oro-faringeo. 

Come funziona?
Il test ricerca antigeni virali specifici, cioè proteine presenti sulla superficie del virus, come la proteina S (Spike) o N (Nucleocapside) nei campioni biologici raccolti (secrezioni nasali o salivari). 

Informazioni:

  • I test utilizzati nel nostro Laboratorio hanno un’alta sensibilità, specificità e affidabilità; 
  • Il test è di tipo diretto perché ricerca il virus nel campione analitico e permette di avere risultati in tempi rapidi;
  • Tempo di refertazione: entro 15-20 minuti dal prelievo.

A cosa serve?
Il tampone antigenico può fornire informazioni utili per lo screening di soggetti a rischio ed è tra i test riconosciuti per ottenere il green-pass temporaneo (48 ore).

TEST SIEROLOGICO QUANTITATIVO (dosaggio IgM e IgG Anti-Spike)

Come si effettua?
Il test si effettua mediante prelievo di sangue venoso.

Come funziona?
Il test ricerca gli anticorpi specifici di tipo IgM e IgG contro SARS-CoV-2 nel sangue.

Informazioni:

  • I test nel nostro Laboratorio vengono effettuati con metodica CLIA SARS-CoV-2 ABBOTT;
  • Il test è di tipo indiretto perché ricerca gli anticorpi prodotti dal nostro corpo e semi-quantitativo perché fornisce informazioni sul titolo anticorpale (concentrazione degli anticorpi nel sangue). Rispetto al tampone molecolare e antigenico, che fotografano la situazione in tempo reale, il test sierologico fornisce la «storia» dell’infezione. L’eventuale presenza di anticorpi indica, infatti, che si è stati in contatto con il virus. Le IgM vengono prodotte dopo 7-10 giorni e indicano un contatto recente; le IgG vengono prodotte successivamente e indicano che l’infezione è avvenuta da tempo;
  • Tempo di refertazione: entro 5 ore dal prelievo.

A cosa sere?
Il test sierologico può fornire informazioni utili per lo screening di soggetti a rischio e farci sapere quante persone sono venute in contatto con il virus.  Il dosaggio delle sole IgG dirette contro la proteina Spike è utile per tenere sotto controllo il titolo anticorpale post-vaccinazione e/o post-guarigione.